Le misure del Dl crescita, dalle pensioni ai bonus

Il Dl crescita, il cui obiettivo è la crescita strutturale del Paese, è stato approvato dal Senato il 27 giugno. Il testo, oggetto di modifiche ed emendamenti, ha introdotto diverse novità, come l’estensione del bonus per l’acquisto di veicoli elettrici, la stretta sugli affitti abusivi delle case vacanza, e il taglio strutturale dei contributi Inail. Oltre alla riapertura dei termini per la rottamazione delle cartelle inviate dal fisco e al saldo e stralcio, con nuova scadenza fissata al 31 luglio 2019.

Inoltre, in pensione si andrà con 5 anni di “scivolo”, ma solo per chi ha maturato il diritto alla pensione di vecchiaia e il requisito minimo contributivo.

Scivolo pensioni e taglio contributi Inail

La possibilità di lasciare il lavoro per chi si trovi a ”non più di 60 mesi dal conseguimento del diritto” della pensione rientra nel contratto di espansione, e interessa le imprese con un organico superiore a 1.000 unità, che intendono avviare processi di reindustrializzazione e riorganizzazione.

Diventa invece strutturale il taglio dei contributi Inail. La normativa attuale prevede già la revisione delle tariffe dei premi e dei contributi dovuti all’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro per gli anni 2019-2021, ma la modifica aggiunge che il taglio della quota dovuta entrerà a regime a partire dal 2023. Resta quindi scoperto un anno, il 2022.

Dal bonus veicoli elettrici al bonus cervelli

Via libera all’incentivo per l’acquisto di tutti i veicoli elettrici, comprese le microcar, in cambio della rottamazione di vecchi mezzi di trasporto. L’agevolazione prevede uno sconto del 30% rispetto al prezzo di vendita, fino a un massimo di 3.000 euro, per coloro che nell’anno 2019 acquistano un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica appartenente a tutte le categorie ciclomotori e motocicli. Sarà possibile poi accedere a un bonus contributivo con un finanziamento di almeno 10.000 euro per la realizzazione, o riqualificazione, di laboratori professionali all’interno delle scuole secondarie, e la conseguente assunzione di giovani diplomati nelle stesse strutture.

Il bonus per il rientro dei cervelli prevede invece uno sconto del 50% sul reddito complessivo. In cambio, i soggetti che accettano di tornare nel Belpaese a condizioni fiscali agevolate, dovranno versare un contributo pari allo 0,5% della base imponibile.

Airbnb, scontrini telematici e iniziative per le imprese

Multe fino a 5.000 euro non solo per i proprietari di case vacanza che evadono il fisco, ma anche per i siti che fanno da intermediari, come Airbnb. Obbligo poi per tutti gli esercizi di trasmettere gli scontrini emessi per via telematica.

Tra le altre novità del Dl, il Fondo salva opere, numerosi contributi agli enti locali, e misure per il sostegno dell’editoria e delle imprese private nel settore radiofonico.

Nasce poi la piattaforma telematica (Incentivi.gov) per il sostegno della politica industriale e della competitività del Paese, ed è previsto un pacchetto di misure dirette alla riorganizzazione ed estensione degli interventi volti a favorire l’internazionalizzazione delle imprese. Oltre all’istituzione di uno spazio sperimentale tecnico normativo per le imprese operanti nel settore finanziari attraverso la tecnologia.